Miele Giorgio Poeta gr 28

Miele Giorgio Poeta gr 28

2.50

Formato gr 28

Descrizione

Acacia:  Nettare di fiori di Robinia pseudoacacia L. (polline caratterizzante > 45% ma alta variabilità) ed altre specie vegetali in quantità non maggioritarie. L’acacia è un grande albero spontaneo, infestante o coltivato, che può raggiungere i 25 metri di altezza. Ha foglie impari composte da 5-12 paia di foglioline opposte, tra cui emergono fiori bianchi e profumati riuniti in grappoli. Originaria dell’America Settentrionale, ha espanso il suo habitat in tutti i continenti.

Millefiori : Alta variabilità di essenza presenti in questo miele di montagna. Il melting-pot unico è dovuto all’altissima presenza di essenza spontanee raccolte dalle api da aprile fino ad agosto (più di 400).

Stachys:  Nettare di fiori di Stachys officinalis T. ed altre specie vegetali in quantità non maggioritarie. La Stachys è una pianta erbacea vellutata, alta da 15 a 60 cm, con foglie oblunghe e fiori bianchi.

Melata : Secreti zuccherini di insetti succhiatori (sostanza zuccherina rilasciata dagli afidi > 40%), soprattutto famiglia Psyllidae, che si nutrono di linfa od altri liquidi su parti vive di varie piante; inoltre nettare di altre piante in quantità non maggioritarie. Gli insetti di questa famiglia sono associati a piante appartenenti ad un’ampia gamma tassonomica. In particolare sono frequenti, fra le piante ospiti, gli ordini delle Annonales e delle Asterales e le Leguminose legnose. Le specie di maggiore importanza in Italia sono tuttavia associate alle Pomoideae e, in particolare, al pero.

L’azienda agricola Giorgio Poeta nasce nelle Marche, nel territorio collinare che sovrasta Fabriano, con alle spalle l’incantevole scenario dei Monti Sibillini. Dedito alla produzione di mieli dalle caratteristiche uniche, Giorgio Poeta, si è aggiudicato nel 2011 l’Oscar dell’Agricoltura con il “Primo miele di acacia al mondo invecchiato in barrique: Il Carato”.

 

Nessun prodotto nel carrello.